Cos’è e come funziona un Impianto Eolico Domestico?

Cos’è e come funziona un Impianto Eolico Domestico?

Facebook
Twitter
LinkedIn

L’ Impianto Eolico è un dispositivo in grado di sfruttare l’energia del vento e trasformarla in energia elettrica.

in base alle dimensioni viene anche chiamato Impianto Eolico Domestico, o Mini-eolico.

COME FUNZIONA UN GENERATORE EOLICO

Il generatore eolico è un dispositivo che produce energia elettrica grazie alla rotazione delle pale dovuta dalla forza del vento.

I grandi impianti eolici arrivano a produrre ben oltre i 50 MW di energia elettrica, ma esistono impianti eolici domestici, più piccoli e proporzionati al fabbisogno energetico di una abitazione.
La tecnologia permette oggi di ottimizzare le prestazioni di generatori eolici più piccoli, garantendo una buona produzione di elettricità.

L’impianto eolico domestico, detto anche mini-eolico, può rappresentare, nelle zone con una ventosità sufficientemente veloce (almeno 3-5 m/s) e costante, un’efficace fonte di elettricità.

Può essere collegato alla rete elettrica (grid connected) per effettuare scambio sul posto oppure essere indipendente (off-grid o stand alone) e caricare direttamente delle batterie di accumulo da cui poi estrarre l’energia per l’abitazione.

COM’È FATTO UN IMPIANTO EOLICO DOMESTICO?

In generale, un impianto eolico domestico è costituito da:

  • aerogeneratore (con pale, generatore, torre di supporto);
  • regolatore di carica per eolico (stabilizza il flusso elettrico);
  • batterie di accumulo (per usare l’elettricità in differita);
  • inverter (per trasformare i 24 V continui delle batterie in 230 V alternati per le utenze);
  • scatola di immissione nella rete domestica.

Gli impianti eolici domestici non necessitando di particolari integrazioni con la struttura dell’edificio, non vengono generalmente installati contestualmente alla costruzione di una casa. Si può, tuttavia, chiedere al proprio Costruttore di studiare una predisposizione al collegamento elettrico per un’eventuale installazione futura.

TIPOLOGIE DI IMPIANTO EOLICO DOMESTICO

Innanzitutto ricordiamo che non è necessaria alcuna autorizzazione da parte del Comune per l’installazione di un impianto eolico domestico. La realizzazione di un impianto eolico deve rispettare l’unico vincolo sull’altezza del palo di sostegno che non potrà essere superiore ai 10 metri.
Ecco i tipi di impianto più utilizzati e venduti:

Ad asse orizzontale

Le turbine sono posizionate in modo che l’asse di rotazione nel generatore sia posta orizzontalmente. In genere, si tratta di pale disposte ad elica e la struttura del rotore è, spesso, posizionata su un supporto girevole per adeguarsi alla direzione del vento grazie ad una deriva posteriore. Non ha una grande resistenza alla turbolenza, ma riesce a produrre una elevata quantità di energia (anche 20 kW di potenza nominale).

Ad asse verticale

Le turbine sono disposte in modo che l’asse sia posizionata verticalmente. Spesso sono costituite da una spirale verticale composta da tre vele opportunamente distribuite. Ha i vantaggi di non dipendere dalla direzione del vento, di funzionare anche a basse velocità (sotto i 5 m/s) e di avere un basso ingombro, ma la producibilità (circa 1 kW) è, in genere, minore rispetto alle turbine ad asse orizzontale.

Per una questione di sicurezza, tutti questi dispositivi hanno dei sistemi di bloccaggio per i casi in cui il vento raggiunge velocità superiori a circa 12-14 m/s, poiché con l’aumentare della velocità aumentano anche i carichi sulle turbine.

I Vantaggi sono:

  • Assenza di Emissioni;
  • Versatilità ed integrazione con altri sistemi;
  • Ridotti costi di manutenzione.

Gli Svantaggi sono:

  • Eventuale inquinamento acustico;
  • Impatto paesaggistico;

Può interessarti anche

vacuum cleaner, vacuuming, cleaning

Quanto mi costi? Aspirapolvere.

Quattordicesimo appuntamento dedicato agli elettrodomestici di casa per analizzare i consumi standard e dare qualche consiglio su come ridurre gli sprechi. L’aspirapolvere